Talent Acquisition

La Talent Acquisition è un processo in 3 fasi (che si sovrappone parzialmente al funnel di reclutamento) che consiste nell’attrarre, reclutare e assumere talenti e fare onboarding per candidati con un profilo e risponda alle necessità e alla cultura dell’intera organizzazione.

Questo è il primo dei tre componenti del Talent Management, mentre gli altri sono Talent Development e Talent Retention. Tradizionalmente, questo passo è stato l’obiettivo principale della strategia complessiva di Talent Management, anche se a causa dell’aumentata competizione per i talenti e dell’arrivo di sistemi più raffinati per reperire e trovare candidati, l’attenzione si sta gradualmente spostando verso Talent Development and Retention.

Talent acquisition in pratica

Attrarre e reclutare

Il primo passo del processo di talent acquisision ha a che fare con la capacità dell’organizzazione di essere trovata da persone che potrebbero essere candidati interessanti – sia per una posizione specifica che in generale.

Il modo tradizionale di attirare e reclutare è sempre stato tramite annunci di lavoro. Questo significava pubblicare un annuncio su un supporto conosciuto dalla categoria di persone che state cercando. L’annuncio dovrebbe essere chiaro non solo su mansioni e dettagli (ad esempio stipendio, ferie, prospettiva, ricompense …) ma dovrebbe anche riflettere il tipo di persona che si desidera assumere. Questo significa avere non solo una buona idea di chi si cerca, ma anche avere una comprensione chiara e profonda da della propria cultura organizzativa e dei valori fondamentali dell’organizzazione.

La tecnologia ci presenta anche sistemi in grado di accelerare questo processo, in particolare attrarre talenti. Diverse piattaforme forniscono questo servizio utilizzando algoritmi complessi basati su una valutazione psicologica dei candidati per indirizzarli verso posizioni per le quali potrebbero essere una corrispondenza perfetta. Questo ovviamente risparmia tempo e impegno per le organizzazioni, ma rende anche la competizione per i talenti molto più difficile da gestire: se sempre più aziende stanno cercando lo stesso profilo è inevitabile che un candidato possa venir attratto da un concorrente – che è anche il motivo per cui il peso attribuito alla talent acquisition si sta gradualmente spostando verso lo sviluppo e la fidelizzazione dei talenti.

In ogni caso, in questa fase cose come l’employer branding e l’esperienza del candidato sono parte di una terminologia acquisita. Il modo in cui vengono trattati i candidati e il modo in cui la cultura e il valori promossi vengono rispettati anche nel vostro processo di talent acquisition sono aspetti fondamentali di come la propria organizzazione si presenta.

Inoltre, il percorso di un candidato non è necessariamente finito se lui o lei non è assunto. Parte del processo (in una prospettiva più generale di talent management) è di tenere traccia del potenziale delle potenziali assunzioni e di valutare se potrebbero divenire opportunità interessanti in futuro.

Assumere

La seconda fase del processo di talent acquisition è il processo di assunzione, ovverosia una serie di colloqui per ogni candidato per verificare come ciascuno si adatti alle esigenze della posizione e alla cultura organizzativa.

Il ruolo chiave in questa fase viene quindi svolto dall’intervistatore – e qui il Talent Development svolge un ruolo importante. È importante che la persona che intervista i candidati sia competente nelle soft skills e che comprenda non solo la posizione, ma soprattutto il valore e la cultura dell’organizzazione. Il processo altrimenti resta imperfetto e può avere pesanti conseguenze per l’intera organizzazione e la cultura aziendale.

Fare onboarding

L’onboarding è la terza fase del processo di talent acquisition. In questa fase, si ha già selezionato e assunto un candidato dopo aver assicurato una buona corrispondenza in termini di hard skills, soft skills e cultura aziendale.

Ciò che resta da fare è portare la persona a pieno regime nell’organizzazione e aiutarlo a formare connessioni personali e relazioni con gli altri. Fondamentalmente questo significa che l’ultimo passo è canalizzare e aiutare a formare un’integrazione culturale di nuovi assunti – una forma strategica di teambuilding se lo si desidera.

Se si hanno seguito correttamente tutte le fasi del processo, significa che si ha una nuova persona nella tua organizzazione che è un fit perfetto e garantisce non solo un’ottima performance ma anche un alto potenziale.